CITOTOSSICA DI GRADO ZERO

La biocompatibilità di un materiale dentale, in una specifica applicazione, è la sua capacità a non indurre nessuna risposta biologica dannosa per le funzioni vitali.

Determinare la compatibilità biologica di un materiale dentale è molto importante. In letteratura consideriamo diversi stadi di biocompatibilità: tossica, immunologica e bioenergetica.

In particolare la biocompatibilità tossicologica riguarda la reazione tra materiale e tessuti umani, in altre parole a come il materiale possa diventare tossico a livello cellulare. Tutte le persone reagiscono in modo simile se a contatto con un materiale citotossico.

La resina Sintodent ha superato i test di citotossicità, irritazione e sensibilizzazione, dimostrando che il suo valore è pari a zero.

Vantaggi

  • Rispetto del DNA cellulare del paziente ed in particolar modo di quello del dentista e dell’odontotecnico nelle fasi di lavorazione.
vedi di più